Riflessologia Plantare

I piedi (microcosmo) sono parte dell’uomo (macrocosmo) e riflettono la persona con tutte le sue caratteristiche: energetiche, fisiologiche, anatomiche, emozionali, mentali, psicologiche e perfino spirituali.
Se ci si prende cura dei piedi, di “riflesso” ci si prende cura della persona.
La riflessologia plantare si basa sulle corrispondenze che gli organi hanno sulla superficie del piede. Tali corrispondenze vengono utilizzate per rilevare le alterazioni energetiche e per riportare armonia.

Tutte le discipline che usano punti di pressione, dall’agopuntura allo shiatsu, dalla digitopressione all’auricologia, partono dal principio che dalle zone o punti di riflesso agli organi ci siano dei percorsi attraverso cui passa l’energia essenziale all’organismo per mantenere equilibrio e vitalità.

Pragramma del corso:

• le origini e la storia; l'analogia tra il piede e il sé psicosomatico;
• il riflesso;
• la connessione energetica tra i piedi e la persona;
• struttura delle ossa del piede;
• tecniche di pressione; pratica;
• massaggio generico; pratica;
• apparato urinario: punti di riflesso, pratica;
• apparato digerente: punti di riflesso, pratica;
• apparato locomotore: punti di riflesso, pratica;
• apparato respiratorio: punti di riflesso, pratica;
• sistema linfatico: punti di riflesso, pratica;
• sistema endocrino: punti di riflesso, pratica;
• apparato genitale: punti di riflesso, pratica;
• sistema nervoso: punti di riflesso, pratica;
• apparato cardiocircolatorio: punti di riflesso, pratica;
• consigli per l'operatore; deontologia professionale.

Per accedere al corso bisogna essere maggiorenni, essere soci dell'A.MI. University, sostenere un colloquio attitudinale.

Albo AMI.A.

L'Albo è di diritto privato, vidimato ai sensi di legge presso il Tribunale di Milano, pubblicato sul F.A. Legali Prefettura di Milano. L'iscrizione all'Albo, con attestato notarile, richiede un esame valutativo, l'accettazione del codice deontologico e l'adesione alle norme dell'associazione.

L’A.MI. UNIVERSITY in attuazione della Legge Regionale n. 2 del 5 gennaio 2005, è responsabile del "Coordinamento Toscano per la Riflessologia"ed è membro del "Comitato Tecnico Regione Lombardia" costituito per l'attuazione della Legge Regionale 2/2005 "Norme in materia di Discipline Bio-Naturali"