PRANOPRATICA E CROMOTERAPIA

CROMOTERAPIA

La cromoterapia è una metodica che si basa sulla luce e sulle sue differenziazioni cromatiche: i colori. Il suo significato letterale è “terapia del colore”.

La luce, in quanto forma di energia, regola e influenza l’esistenza sulla terra; in particolar modo influenza la vita dell’essere umano.
La biofisica ci ha dimostrato che le cellule assorbono ed emettono luce (assorbono poiché sono un corpo; emettono in quanto anche le cellule sono materia in trasformazione).
La luce (solare) che ci circonda si scompone nei colori dell’iride , quindi anche i colori influenzano la nostra vita .
Ricordiamo inoltre che l’energia dei colori non viene assorbita solo attraverso gli occhi, ma anche attraverso la pelle o, per meglio dire, comunica con il campo elettromagnetico (aura) della persona canalizzando informazioni ai veri sistemi dell’organismo.
Anche la cromoterapia, come altre discipline naturali, ha un approccio olistico: la malattia non viene vista come disfunzione di determinati organi, ma come una disarmonia dell’unità corpo-mente-spirito. La cromoterapia si pone come fine il riequilibrio della persona nella sua totalità e nel suo rapporto con l’ambiente.
Riferendoci al taoismo (filosofia-base della Medicina Tradizionale Cinese) Qi è l’energia vitale, composta di due elementi: Yin e Yang; questi due elementi devono essere in equilibrio, se non lo sono, la persona può ammalarsi; per ripristinare l’equilibrio bisogna dare Yang dove c’è Yin, e dare Yin dove c’è Yang.

COLORI YANG - rosso, arancione, giallo
COLORI YIN - blu, verde, viola